Skip to content

ma chi sarà Carapina….?

Per far conocere Carapina e presentarla agli amici del web, non sapevamo proprio come fare, allora abbiamo pensato di far intervistare ad un nostro amico proprio ” Carapina”. Sentite un pò cosa è uscito fuori.

Amico di Carapina : mi hanno chiesto di farti qualche domanda, ma io ti chiederei di iniziare descrivendoti da solo/a….

Carapina: grazie per l’occasione ma preferisco non parlare di me, vorrei si parlasse di quanto di buono riusciremo a fare con il concept “Carapina”! vorrei iniziare questa intervista semi-seria con una frase che accompagnerà per sempre i nostri clienti, anzi da questo momento gli amici di Carapina:

…..non smettete mai di essere curiosi…….m.bonini

AC: ok allora iniziamo, quando hai deciso di aprire una gelateria?

C: un giorno mi sono accorto che il gelato mi sembrava tutto molto simile, da tempo lo vedevo come un settore immobile che non era al passo con i tempi, locali tutti molto uguali, senza “calore, personalità, innovazione”, non era possibile trovare gusti particolari, sempre gli stessi, addirittura con gli stessi nomi..…..

AC: vabbè, mi sembra un pò poco per scatenare la voglia di aprire un nuovo locale.

C : infatti, quella è stata la molla! poi da lì è stato un susseguirsi di viaggi, incontri, scoperte, sfide fino alla nascita del concept Carapina.

AC: frena frena, cosa intendi per viaggi, incontri, scoperte, sfide?

C: ho cominciato a visitare fiere e mostre del settore, durante il quale mi sono imbattuto in tantissime persone tutte a modo suo interessanti, per ognuna conservo un aneddoto bizzarro: venditori, direttori commerciali,capi area, artigiani. Ascoltandoli e vedendo quello che offriva il mercato e le nuove tendenze, piano piano, ho maturato l’idea di un nuovo modo di “concepire” un locale, un luogo ideale, dove poter gustare un buon gelato, appena fatto, commentarlo con il “cuoco”, magari leggendo un quotidiano oppure una rivista, ascoltando della buona musica.

AC: e poi?

C: e poi ho cominciato a pensare al nome, ai colori, agli arredi, ai contenitori, alle coppette…. insomma quelle sfide che ti dicevo prima, perché “l’immobilità” che ti dicevo prima, c’era, eccome se c’era. Non ti dico che scontri: per farsi stampare il logo e colore sulle coppette, trasformare dei contenitori da pop-corn in contenitori da asporto!

AC: e adesso?

C : adesso Carapina è aperta da sei mesi, piano piano stiamo creando un modo di intendere la gelateria, anzi come la chiamo io, cucina/gelateria!

AC: aspetta, aspetta un attimo, spiegami un po’ meglio questo concetto di cucina/gelateria.

C: volentieri, cucina/gelateria perché i nostri clienti entrano da Carapina e chiedono “cosa avete fatto di buono oggi?…” se ci pensi bene è la prima volta che accade in una gelateria, siamo riusciti nell’intento di ribaltare un concetto che, di solito, faceva accadere questa scena: “ il cliente entrava in una gelateria e passivamente si metteva a guardare la vetrina e, leggendo i gusti, chiedeva “ mi fa un cono da …..con….”

AC: e adesso anche un blog?

C: abbiamo provato a fare un sito web, ma troppo statico per noi, e allora proveremo a raccontarci ed a coinvolgere i nostri amici, stuzzicandoli con i gusti nuovi, ricette, video di come si fa il gelato ed altro ancora. Ma ora basta parlare, meglio assaggiare! ciao Amico di Carapina!

AC: ciao Carapina e grazie

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: